mirabilia

Wunderkammer contemporanea di artificialia cartacee

Micro e macro traduzioni in chiave grafica di elementi della natura, figure della realtà assunte quali stilemi decorativi e virtuosismi formali a mimare le “arti maggiori”:
Mauro Seresini reinventa, in proposte personalissime, pittura e scultura, e, padroneggiando la carta, inganna la comune dialettica percettiva, conducendo il riguardante a ribaltamenti concettuali.

Elementi sospesi, oscillano in uno spazio continuamente mutato dal gioco delle ombre.
Elementi appesi, si fissano in un piano scandito da reiterate geometrie, ossessivamente regolari ed essenziali.
Elementi figurati, riconoscibili, definiscono il luogo che abitano.

Forme uniche della continuità nello spazio: uno corpo pseudo-aerodinamico, fatto di contorni irregolari, concavi e covessi, ma anche di spigoli interni, che disegnano i piani di una giostra immobile, si epande in un continuum spaziale.
Ingranaggi segreti di un automa volante che, staticamente, cambia forma in forza di visione, luminosità e tempo che scorre.

Quando la carta non è materia povera e forma nuove opere, si trasforma in oggetti da rimirare, desiderare, collezionare…