Luca Cacioli

Nato ad Arezzo nel 1991.
Studia Architettura all’Università di Firenze e in seguito decide di dedicarsi alla sua passione, la fotografia. Si iscrive alla LABA – Libera Accademia di Belle Arti e avvia la collaborazione con uno studio fotografico. Si confronta con professionisti del settore, studia e frequenta corsi; partecipa a premi e festival.
Il suo esordio espositivo avviene nell’ambito di Fotoconfronti OFF 2014, mostra fotografica a cura del CIFA – Centro Italiano della Fotografia d’Autore a Bibbiena, Arezzo. L’anno successivo ha luogo la mostra fotografica personale Confini presso Photoclub La Chimera ad Arezzo. A seguire è in mostra con Galleria 33 ad Arezzo, attraverso l’open call White Cube 33 e nell’omonimo group show. Successivamente è a Pietrasanta, dove viene presentato tra gli artisti trattati da Galleria 33. L’opera Frammenti del ciclo Surrealismo viene pubblicata sulla copertina del magazine di design D’A (anno XXVI n. 4/15 – Ott/Dic 2015). Nello stesso anno viene selezionato con la serie Confine nel progetto TU-35 ed espone presso il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci a Prato. Subito dopo è in mostra al Museo Piaggio a Pontedera nella collettiva Creactivity. Partecipa inoltre a Piccole fotografie da collezione, mostra itinerante a cura di Serena del Soldato organizzata da LABottega. Nel 2016 è coinvolto da Galleria 33 nell’asta di beneficenza La strada di Mattoni gialli per GoldForKids, progetto di Fondazione Umberto Veronesi. Torna a esporre il progetto Confine ad Arezzo presso We52100 e a Firenze alla Tethis Gallery. Presenta una prima selezione della serie Details ad Arezzo in occasione dell’apertura dello Studio di Architettura Zurli; con lo stesso progetto partecipa a Fotoconfronti OFF 2016, a cura del CIFA a Bibbiena e, successivamente, ne presenta una seconda selezione in una personale a cura di Tiziana Tommei presso Vineria al 10 ad Arezzo. A Luglio partecipa alla mostra Terracomunica a Gubbio. Ad ottobre è tra i 50 artisti selezionati per Artes – Xmq of pit, ready for the mosh! ed espone ad ArtVerona Art Project Fair. Nello stesso mese prende parte alla collettiva Mostra Multiforme allestita a Palazzo Bastogi, Firenze. Alla fine del 2016 espone il progetto Notturni Urbani ad Arezzo e fotografia – biennale internazionale di fotografia e, sempre ad Arezzo, nella collettiva Facci Caso. A gennaio 2017 con Oltre i tuoi occhi è in mostra al Circolo artistico. Espone Surrealismo in  L’oggetto e l’immagine a cura di Angela Sanna presso Filarete Art Studio a Empoli. Presenta la serie inedita di opere della serie [a - stràt -to] presso galleria 33, con una personale a cura di Tiziana Tommei.

Vive e lavora ad Arezzo.

x.Luca Cacioli, Frammenti, 2015, stampa fotografica applicata su aludibond e plexiglass,  60x60 cm - Copia3-cemento-1x.Luca Cacioli, Sogno, 2015, stampa fotografica applicata su aludibond e plexiglass, 90x60 cm

4-cemento-2x.Luca Cacioli, Riflessi, 2015, stampa fotografica applicata su aludibond e plexiglass, 60x60 cm - Copia

7