flavia bucci _ art adoption new generation

selfportrait2flavia-bucci-phon-1-esercizi-digiene-2014-2016-scarpa-scannerizzata-e-stampata-su-carta-435x565-cm

 
[...]

3.761 oggetti accumulati come “i frutti di una quotidiana apocalisse” e passati allo scanner in “una sorta di rituale”, per adempiere e condurre a termine Esercizi d’igiene. Flavia Bucci sottopone all’esame della macchina tutta la sua quotidianità materiale, ciò che la circonda, ma soprattutto quello che compone la sua dimensione domestica. Viviseziona la vita, e lo fa con abnegazione, metodo e disciplina. Quello che la guida è un desiderio spasmodico di controllo, per giungere a ciò che lei chiama, citando il titolo, “igiene”. In realtà si tratta di “mettere da parte con la certezza di non aver tralasciato nulla”, ossia di risolvere, affrontare e superare paure, insicurezze e angosce. Gli oggetti vengono ridotti in immagini bidimensionali, schiacciati ed esautorati da ogni possibile funzione e significato. Vengono archiviati, numerati, conservati e riproposti in forma di surrogati. Essi assumono le sembianze di entità macroscopiche, feticci rivelati dalla luce dello scanner.

[...]

Flavia Bucci nasce nel 1990 ad Atessa, Chieti. Avvia l’attività espositiva nel 2013. Espone costantemente in occasione della Marble Week a Carrara e del Festival Acmé a Sarzana. Nel 2015 è presente al FISAD, Festival Internazionale presso l’Accademia Albertina delle Belle Arti di Torino. Tra le mostre si citano: Città diffusa, Ginestra – Fabbrica della Conoscenza, Montevarchi (Firenze) 2015; Palazzo Della Procura della Repubblica a Massa 2015; Galleria Duomo a Carrara 2015; Piazza dell’Immaginario, Prato 2016 e Agorà del Contemporaneo, Prato 2017. Tra il 2016 e il 2017 prende parte al progetto Piccole fotografie da collezione di LaBottega a Modena, Soresina e Albissola. Con il progetto Esercizi d’igiene espone con Galleria 33 nella doppia personale Nyctophilia curata da Tiziana Tommei (Galleria 33, 2016) e a Set Up Art Fair 2017. Nello stesso anno prende parte a Room#4, presso la Filanda Pregiata di Soresina (Cremona). Vive e lavora a Carrara.

[tiziana tommei]