Donatella Izzo

Classe 1979. Vive e lavora a Milano. Inizia la sua carriera come pittrice ma da subito è la fotografia il punto di partenza di ogni suo lavoro: l’artista fonda arte e tecnologia in un dialogo sottile ed elegante che le permette di ottenere importanti Premi e riconoscimenti già dai primi anni dell’Accademia di Belle arti di Brera dove studia. La poetica dell’artista abbraccia un universo iconografico frutto della combinazione di fotografia ad elementi dalla forte valenza metaforica. L’immagine nascente non è mai puramente descrittiva ma vuole “raccontare”, attraverso la combinazione degli opposti, di reale e surreale, di naturale e artificiale, di sacro e profano, di razionale e sensoriale, un mondo interiore profondo, capace di guidare lo spettatore verso diversi piani di comprensione, sia sensoriali che intellettuali, indissolubilmente legati alle emozioni personali vissute dall’Io interiore del fruitore. Una narrazione diventata del tutto riconoscibile che ha permesso all’artista di esporre in numerose mostre sia italiane che internazionali.

Insonnia  Photography, 23x23

Insonnia, digital photography, cm 23×23

Malachite

Malachite, digital photography, cm 40×40

My God Photography, 30x40 cm

My God, digital photography, cm 30×40